Nata a Taranto (1973), si laurea in architettura a Firenze e inizia a collaborare con lo studio di architettura A. Milani nel 2003. Matura esperienze nella progettazione architettonica e d’interni (Vertigo, Siena 2005, Riabita 1° premio), ma anche nell’urban design (Marina Cala de Medici, Rosignano, Livorno) e nella pianificazione paesaggistica (Ecopixel park, Perugia 2007, Pays.Med.Urban catalogo delle buone pratiche).Tra il 2011 e il 2013 frequenta il Master di Architettura del Paesaggio dell’UPC (Universitat Politecnica de Catalunya) tra Milano e Barcellona conclusosi con la tesi “Gestione del paesaggio e rigenerazione urbana a Taranto: l’opportunità delle bonifiche in un’urbanistica “landscape oriented””. Con alcuni colleghi del master realizza delle interessanti esperienze progettuali e di ricerca (PAISEA 025, la cubierta vegetal-green roof, giugno 2013). Il suo ultimo progetto in cantiere, sulla riappropriazione dello spazio collettivo e pubblico nella sua città, Taranto, si sviluppa tra arte e paesaggio ordinario “invisibile”.